Dracena da esterno: consigli e cura

Se stai cercando una pianta da esterno che abbia un aspetto maestoso e richieda poca cura, la dracena potrebbe essere la scelta perfetta per te. Questa pianta tropicale, con le sue foglie verdi e lisce, può aggiungere un tocco di eleganza a qualsiasi giardino o patio. Nel nostro articolo di oggi ti forniremo alcuni utili consigli per la cura delle dracene da esterno, in modo che tu possa goderti a lungo la bellezza di questa pianta senza alcuna preoccupazione.

Ma prima di entrare nei dettagli della cura, diamo un’occhiata ai diversi tipi di dracene disponibili sul mercato. Le varietà più comuni includono:

  1. Dracena marginata:
  2. caratterizzata da foglie sottili e lunghe con strisce rosse sulla parte superiore.

  3. Dracena fragrans: anche conosciuta come pianta del mais, ha foglie più larghe e tonde rispetto ad altre varietà.
  4. Dracena reflexa: conosciuta anche come dracena del Madagascar, ha foglie più piccole e ricurve.

Mentre il prezzo di una dracena può variare a seconda della dimensione e della varietà, in genere puoi aspettarti di pagare tra i 20 e i 50 euro per una pianta di medie dimensioni.

Ora che hai una panoramica sui diversi tipi di dracene disponibili e sul loro prezzo, concentriamoci sulla cura di queste piante affascinanti. Continua a leggere il nostro articolo per scoprire come prenderti cura al meglio della tua dracena da esterno!

Dove mettere la dracaena?

La dracena è una pianta che ha bisogno di una luce intensa ma non diretta. Pertanto, è importante posizionarla in un’area della casa dove può godere di una buona quantità di luce solare, ma evitando l’esposizione diretta ai raggi del sole. Un’ottima posizione potrebbe essere vicino a una finestra, ma non proprio davanti ad essa. Inoltre, è importante tenere presente che la dracena non tollera bene le correnti d’aria fredda. Pertanto, evitare di posizionarla vicino a porte o finestre aperte durante i mesi invernali.

Se si vive in una zona con inverni freddi, l’ideale sarebbe spostare la pianta lontano dalle finestre durante la stagione fredda o proteggerla con un telo isolante. Inoltre, è anche importante considerare l’umidità dell’ambiente in cui si trova la dracena. Questa pianta proviene da zone tropicali, quindi preferisce un clima umido. Se l’ambiente domestico è molto secco, si può ricorrere all’utilizzo di umidificatori o posizionare la pianta vicino a recipienti d’acqua per aumentare l’umidità intorno ad essa.

In conclusione, per posizionare correttamente la dracena è necessario cercare un’area della casa con una buona luce solare ma senza esposizione diretta al sole. Inoltre, è importante evitare le correnti d’aria fredda e mantenere un ambiente umido intorno alla pianta.

Quanto dura una dracena?

Quanto dura una dracena?

La dracena marginata è una pianta molto longeva, con alcuni esemplari delle Isole Canarie che si dice abbiano più di mille anni. Questa pianta è caratterizzata da un tronco sottile e slanciato, ricoperto da una corteccia grigio-marrone. Le sue foglie sono strette, lanceolate e di colore verde scuro con margini rossi. Inoltre, la dracena marginata produce anche fiori bianchi o rosa, raccolti in infiorescenze a pannocchia.

Per quanto riguarda la durata di vita di una dracena marginata, dipende da diversi fattori. In condizioni ideali, questa pianta può vivere per molti anni, anche decenni. Tuttavia, la sua longevità dipende dalla cura e dalle condizioni ambientali. Una dracena marginata ben curata, con luce solare sufficiente, irrigazione adeguata e concimazione regolare, può prosperare per un lungo periodo.

Ci sono alcune misure che si possono prendere per prolungare la vita di una dracena marginata. Ad esempio, è importante posizionarla in un’area ben illuminata, ma evitando la luce solare diretta. Inoltre, è necessario evitare di esporla a temperature estreme o sbalzi di temperatura. La dracena marginata apprezza anche un’umidità moderata, quindi è consigliabile nebulizzare le foglie con acqua ogni tanto.

Inoltre, è importante prestare attenzione all’irrigazione. La dracena marginata preferisce un terreno leggermente umido, ma non sopporta l’eccesso di acqua. Si consiglia quindi di lasciare asciugare il terreno tra un’irrigazione e l’altra, evitando di lasciare ristagni d’acqua nel sottovaso.

In conclusione, la dracena marginata è una pianta molto longeva, ma la sua durata dipende dalla cura e dalle condizioni ambientali. Con le giuste cure, questa affascinante pianta può vivere per molti anni, portando bellezza e verdezza agli spazi interni.

Quanta acqua bisogna dare alla dracena?

Quanta acqua bisogna dare alla dracena?

La dracena è una pianta che richiede una moderata quantità di acqua. È importante innaffiarla solo quando il terriccio è asciutto, in modo da evitare ristagni idrici che possono danneggiare le radici. Durante i mesi estivi, solitamente è sufficiente annaffiarla due volte alla settimana, mentre durante i mesi invernali è possibile ridurre le annaffiature a una volta ogni 10-12 giorni. È importante non esagerare con le quantità di acqua e assicurarsi di svuotare i sottovasi dopo ogni irrigazione per evitare il ristagno dell’acqua. Inoltre, è possibile controllare l’umidità del terriccio toccandolo con le dita: se risulta ancora umido, è meglio attendere prima di innaffiare nuovamente.

In generale, le piante di dracena sono molto resistenti alla siccità, quindi è preferibile dare meno acqua piuttosto che troppa. Tuttavia, è importante monitorare la pianta e adattare le annaffiature alle sue esigenze specifiche, tenendo conto di fattori come la dimensione del vaso, il tipo di terriccio e le condizioni ambientali. Ricordate che un’eccessiva umidità del terriccio può portare al marciume delle radici, mentre una scarsa irrigazione può causare l’appassimento delle foglie. Quindi, è sempre consigliabile osservare attentamente la pianta e regolare le annaffiature di conseguenza.

Perché la dracena fa le foglie gialle?La domanda è già corretta.

Perché la dracena fa le foglie gialle?La domanda è già corretta.

La dracena può sviluppare foglie gialle e secche per diverse ragioni. Una delle cause più comuni è un ambiente non adatto alla pianta. La dracena è originaria delle regioni tropicali e subtropicali, quindi richiede un clima caldo e umido. Se la pianta viene esposta a temperature troppo basse o a un’aria troppo secca, le foglie possono ingiallire e diventare secche.

Un’altra possibile causa delle foglie gialle è l’eccesso o la carenza di acqua. La dracena richiede un’irrigazione regolare, ma non eccessiva. Se il terreno rimane costantemente bagnato, le radici possono marcire e le foglie possono ingiallire. Al contrario, se la pianta non riceve abbastanza acqua, le foglie possono seccarsi e diventare gialle.

Altre possibili cause includono una carenza di nutrienti, come azoto, ferro o magnesio, o un’infestazione di parassiti come afidi o acari. In questi casi, potrebbe essere necessario fornire alla pianta un concime specifico o trattare l’infestazione con un insetticida.

In conclusione, se la vostra dracena sviluppa foglie gialle e secche, è importante controllare l’ambiente di coltivazione, l’irrigazione e l’alimentazione della pianta per identificare la causa del problema. Una volta identificata la causa, potrete prendere le misure necessarie per ripristinare la salute della vostra dracena.

Torna su