Maranta: come affrontare le foglie accartocciate e gialle

Qualità dell’acqua

L’acqua del rubinetto contiene sali, cloro, minerali e fluoro, che possono accumularsi nel terreno della tua pianta facendo bruciare le punte delle foglie, che diventano marroni e si arricciano.

Per mantenere la tua pianta di maranta sana e con foglie rigogliose, è importante prendere in considerazione la qualità dell’acqua che utilizzi per innaffiarla. Ecco alcuni punti da tenere a mente:

  1. Cloro:
  2. Il cloro è spesso presente nell’acqua del rubinetto, utilizzato per eliminare batteri e germi. Tuttavia, l’eccesso di cloro può danneggiare le foglie della tua pianta. Se possibile, lascia riposare l’acqua del rubinetto per almeno 24 ore prima di usarla per innaffiare la maranta. In alternativa, puoi utilizzare acqua distillata o filtrata.

  3. Minerali: Gli alti livelli di minerali nell’acqua possono causare l’accumulo di sali nel terreno, rendendo le foglie della tua maranta marroni e accartocciate. Per ridurre questo problema, puoi utilizzare acqua piovana o acqua demineralizzata per innaffiare la pianta.
  4. Fluoro: Alcune forniture di acqua potabile contengono anche fluoro. Mentre una piccola quantità di fluoro può essere benefica per le piante, un’eccessiva quantità può danneggiare le foglie. Se l’acqua del tuo rubinetto contiene alti livelli di fluoro, potrebbe essere necessario utilizzare acqua distillata o filtrata per innaffiare la tua maranta.

Ricorda di controllare regolarmente la qualità dell’acqua che utilizzi per innaffiare la tua pianta di maranta. Mantenere un ambiente equilibrato per la pianta aiuterà a prevenire le foglie che diventano marroni e accartocciate, mantenendo la tua maranta sana e rigogliosa.

Cosa fare quando le foglie si accartocciano?

Quando le foglie si accartocciano, potrebbe essere un segno di stress idrico o di una carenza di nutrienti. È importante prendere provvedimenti per risolvere il problema e ripristinare la salute delle piante.

Una possibile soluzione è l’utilizzo di acqua decalcificata per l’irrigazione. L’acqua dura, contenente una grande quantità di calcio e magnesio, può causare un accumulo di sali nel terreno, ostacolando l’assorbimento delle sostanze nutritive. L’acqua decalcificata, disponibile in commercio, può aiutare a ridurre la concentrazione di sali nel terreno e a migliorare l’assorbimento delle sostanze nutritive da parte delle piante.

Inoltre, l’aggiunta di chelato di ferro al terreno può essere utile per risolvere la carenza di ferro, che può essere una delle cause delle foglie accartocciate. Il ferro è un nutriente essenziale per la fotosintesi e la mancanza di esso può causare un indebolimento delle piante. È possibile trovare il chelato di ferro in forma liquida o granulare, da applicare al terreno seguendo le dosi consigliate dall’etichetta del prodotto.

È importante anche fornire alle piante una nutrizione adeguata. L’uso di concimi organici, come letame o compost, può aiutare a ripristinare il livello di nutrienti nel terreno. Assicurarsi di seguire le indicazioni sull’etichetta per l’applicazione corretta e la quantità di concime da utilizzare. Inoltre, è consigliabile valutare il pH del terreno. Un pH troppo acido o troppo alcalino può influire sull’assorbimento dei nutrienti da parte delle piante. In caso di pH sbilanciato, è possibile correggerlo con l’aggiunta di sostanze specifiche, come zolfo o calce, seguendo le indicazioni del produttore.

In conclusione, quando le foglie si accartocciano, è importante indagare sulle possibili cause, come lo stress idrico o la carenza di nutrienti. Utilizzare acqua decalcificata, aggiungere chelato di ferro e fornire una nutrizione adeguata al terreno possono aiutare a ripristinare la salute delle piante e prevenire il peggioramento dei sintomi.

Domanda: Come far riprendere una Maranta?

Domanda: Come far riprendere una Maranta?

La Maranta è una pianta che può beneficiare di un rinvaso frequente per favorire la sua crescita. Le piantine giovani vanno rinvasate ogni due anni fino a quando non raggiungono le dimensioni del vaso di 20 cm di diametro. Questo permette alle radici di avere abbastanza spazio per svilupparsi. Durante il rinvaso, è importante asportare i primi centimetri di terriccio (2-3 cm) e sostituirli con del terriccio nuovo, preferibilmente in primavera quando la pianta è in fase di crescita attiva.

Per rinvasare correttamente la Maranta, segui questi passaggi:
1. Prendi un nuovo vaso che sia leggermente più grande del precedente.
2. Rimuovi delicatamente la pianta dal vecchio vaso, cercando di non danneggiare le radici.
3. Rimuovi il vecchio terriccio dalle radici, facendo attenzione a non danneggiarle.
4. Metti uno strato di terriccio fresco nel nuovo vaso, assicurandoti che sia ben drenato.
5. Posiziona la pianta nel nuovo vaso, assicurandoti che sia in posizione verticale e che le radici siano coperte dal terriccio.
6. Riempire il vaso con altro terriccio, premendo leggermente per stabilizzare la pianta.
7. Annaffiare bene la pianta dopo il rinvaso, assicurandoti di non lasciare pozzanghere di acqua nel sottovaso.

Durante la fase di ripresa dopo il rinvaso, è importante fornire alla Maranta le giuste condizioni di coltivazione. Assicurati di posizionarla in un luogo luminoso ma senza luce solare diretta, poiché le sue foglie possono bruciarsi. Mantieni anche una temperatura costante intorno ai 18-24 gradi Celsius e una buona umidità, spruzzando le foglie con acqua distillata o mettendo il vaso su un sottovaso con sassi umidi.

Seguendo questi consigli, la tua Maranta dovrebbe riprendersi rapidamente e continuare a crescere in modo sano e rigoglioso.

Perché le foglie della calathea si accartocciano?

Perché le foglie della calathea si accartocciano?

Le foglie della calathea si arricciano principalmente a causa di due motivi comuni: esposizione ai raggi solari diretti e mancanza di umidità. La calathea è una pianta originaria delle foreste tropicali dell’America del Sud e, quindi, preferisce ambienti con luce indiretta e umidità elevata.

Se le foglie della tua calathea sono esposte direttamente ai raggi solari, potrebbero reagire arricciandosi per proteggersi dal calore e dalla luce intensa. In questo caso, è consigliabile spostare la pianta in un’area più ombreggiata o utilizzare tende o tende solari per creare un’ombra parziale. Assicurati di evitare anche posizioni vicino a finestre con esposizione diretta al sole.

Allo stesso modo, se l’ambiente in cui si trova la calathea è troppo secco, le foglie possono reagire arricciandosi per ridurre la perdita di umidità. Questo può accadere soprattutto durante i mesi invernali quando i sistemi di riscaldamento interni possono ridurre l’umidità dell’aria. Per risolvere questo problema, puoi creare un ambiente più umido per la tua calathea. Puoi farlo posizionando la pianta su un vassoio con ciottoli e acqua in modo che l’acqua evaporata aumenti l’umidità attorno alla pianta. In alternativa, puoi utilizzare un umidificatore per aumentare l’umidità dell’aria nella stanza.

In generale, è importante anche non annaffiare eccessivamente la calathea, poiché il ristagno di acqua può portare al marciume delle radici e causare problemi alle foglie. Assicurati di annaffiare la pianta solo quando il terreno è asciutto al tatto e di assicurarti che il vaso abbia un buon sistema di drenaggio per evitare il ristagno di acqua.

Quando le foglie si arricciano?

Quando le foglie si arricciano?

Le foglie delle piante possono arricciarsi per diversi motivi. Uno dei motivi più comuni è la mancanza di acqua. Quando le piante non ricevono una quantità sufficiente di acqua, le foglie si arricciano verso il basso e possono anche cadere. In questo caso, è importante assicurarsi di innaffiare le piante regolarmente e di fornire loro la giusta quantità di acqua.

Un altro motivo per cui le foglie si arricciano è un ambiente troppo caldo o l’eccessivo vento. Quando le temperature sono eccessivamente alte o c’è un forte vento, le foglie possono reagire arricciandosi sui lati. In questo caso, è importante proteggere le piante dagli elementi esterni, ad esempio posizionandole in un luogo ombreggiato o utilizzando uno schermo per ridurre l’effetto del vento.

Un altro fattore che può causare l’arricciamento delle foglie è l’eccessiva quantità di acqua. Se le piante ricevono troppa acqua, le radici possono diventare sovraccariche e le foglie possono iniziare ad arricciarsi e ad assumere un colore giallo. In questo caso, è consigliabile travasare la pianta utilizzando un terriccio asciutto per garantire un drenaggio adeguato dell’acqua in eccesso.

In conclusione, l’arricciamento delle foglie può essere causato da diversi fattori, tra cui la mancanza di acqua, l’eccessivo calore o vento, e l’eccessiva quantità di acqua. È importante prendere le giuste misure per risolvere il problema, come innaffiare regolarmente le piante, proteggerle dalle condizioni atmosferiche avverse e assicurarsi di utilizzare un terriccio adeguato.

Cosa fare se le foglie diventano gialle?La domanda è già corretta.

Se le foglie delle piante diventano gialle, potrebbe essere un segnale di carenza di ferro, un nutriente essenziale per la crescita delle piante. Il ferro è coinvolto nella produzione di clorofilla, il pigmento verde che dà colore alle foglie. Questo pigmento è essenziale per catturare la luce solare e trasformare l’anidride carbonica e l’acqua in zuccheri per l’alimentazione (fotosintesi).

Per risolvere il problema, è possibile utilizzare il chelato di ferro, una forma di ferro facilmente assorbibile dalle piante. Il chelato di ferro può essere acquistato in polvere o in forma solida e può essere aggiunto direttamente al terreno intorno alle radici delle piante. È importante seguire le istruzioni sulla confezione per determinare la quantità corretta da utilizzare, poiché una sovraesposizione al ferro può danneggiare le piante.

Inoltre, è possibile utilizzare fertilizzanti ricchi di ferro per integrare il nutriente nel terreno. Questi fertilizzanti sono disponibili in diverse forme, come granuli o liquidi, e possono essere applicati seguendo le istruzioni sulla confezione.

È importante tenere presente che una carenza di ferro potrebbe essere solo uno dei molti fattori che causano il giallo delle foglie. Altri fattori come l’eccesso o la carenza di acqua, temperature estreme, malattie o parassiti possono influire sulla salute delle piante. Pertanto, è consigliabile valutare attentamente tutte le possibili cause e adottare le misure appropriate per risolvere il problema.

Torna su